Analisi Tecnica

L'analisi tecnica è lo studio dei dati storici e dei grafici per consentire ai trader di effettuare negoziazioni più consapevoli.

È bene notare che i dati sulle performance passate non costituiscono sempre un'indicazione affidabile per le performance future.

Trend del mercato forex

Vi sono 3 tipologie fondamentali di trend:

  1. Di breve termine
  2. Intermedio
  3. Di lungo termine

In primo luogo devi stabilire che tipo di trader/investitori sei. Devi decidere se mantieni le tue posizioni per un lungo periodo o se compri e vendi in breve tempo. Tale decisione determinerà quali grafici utilizzare. I trader giornalieri o coloro che effettuano investimenti rapidi in entrata e in uscita utilizzeranno i grafici giornalieri e infragiornalieri maggiormente rispetto agli investitori che comprano e mantengono le loro posizioni per lunghi periodi.

Livelli di supporto e di resistenza

Un livello di supporto potrebbe essere il punto più basso della giornata precedente. Il livello di resistenza potrebbe essere il punto più alto della giornata precedente, meglio conosciuto come picco. Dopo che un livello di resistenza è stato rotto, di solito diventa un livello di supporto se lo strumento su cui si sta facendo trading perde nuovamente di valore. Se il livello dello strumento si abbassa ulteriormente e rompe il livello di supporto questo diventa il nuovo punto minimo. Al contrario, se il livello dello strumento aumenta oltre il livello di resistenza, questo diventa il nuovo punto più alto.

Support Resistance

Rintracciamenti

I rintracciamenti sono delle percentuali. Durante una giornata qualsiasi di apertura dei mercati lo strumento che si sta osservando o sul quale si sta investendo di solito rintraccia l'andamento delle negoziazioni della giornata precedente. Non importa se sono al rialzo al ribasso. Il rintracciamento usato più comunemente è 50%. Inoltre vengono usati i livelli 1/3, 38% e 2/3.

Retracements

Linee di tendenza (trend line)

il modo più semplice per iniziare un'analisi tecnica consiste nell'apprendere e applicare le linee di tendenza (trend line). La prima cosa da fare è disegnare una retta che unisce due punti del grafico. Per mostrare una linea di tendenza rialzista collegare con una retta due punti minimi, mentre per mostrare una linea di tendenza al ribassista unire tra loro due picchi. Si osserverà che di solito il mercato (prezzo) si ritirerà verso una linea di tendenza prima di recuperare un trend.

Quando il prezzo rompe una linea di tendenza, quella è la fine di un trend. Quanto più lunga è una linea di tendenza tanto più essa è stata testata e ha maggiore importanza. Si noti che una linea di tendenza diventa valida quando il mercato la tocca per 3 volte.

Trend Lines

Medie mobili

Quando si stanno cercando segnali di acquisto o di vendita si prendono in considerazione le medie mobili. Queste medie indicano se un trend esistente è ancora attivo. Attenzione: questi strumenti statistici non consentono di prevedere variazioni di trend. i trader di solito utilizzano due medie mobili. Gli spostamenti al di sopra e al di sotto delle medie mobili a 20 e 40 giorni sono molto comuni. Le medie mobili a 5 e 20 giorni sono molto usate da coloro che effettuano negoziazioni rapide.

Moving Averages

Oscillatori

Per identificare le condizioni di ipercomprato e ipervenduto vengono comunemente usati gli oscillatori. Essi avvertono spesso un trader che un mercato è salito o sceso troppo e che un'inversione di tendenza è imminente. Il Relative Strength Index (RSI), o indice di forza relativa, e lo Stocastico sono gli oscillatori più comuni usati dai trader.

Questi oscillatori possono assumere valori compresi fra 0 e 100. RSI: se supera il valore 70 indica una situazione di ipercomprato. Se il valore è inferiore a 30 indica una situazione di ipervenduto. Stocastico: se il valore è 70 indica una situazione di ipercomprato, mentre se il valore è 20 indica una situazione di ipervenduto.

Oscillators