Bullish e Bearish

Bullish e Bearish

Cosa significa bullish?

Bull in inglese significa toro, un animale simbolo di forza che, con le sue corna, è in grado di lanciare verso l’alto. Infatti nei mercati finanziari è sinonimo di trend in rialzo. Un bullish market incita gli investitori a proporsi con fare positivo, con l’intento di ottenere validi profitti. “Feel bullish” è diventato un termine così comune che in inglese può anche significare una generale propensione a sensazioni positive ed indicare una persona con una certa spinta verso la fiducia in sé stesso.

Quello che oggi il Bitcoin sta vivendo in borsa e’ un vero e proprio trend bullish. Comprare bitcoin e’ la cosa piu’ in voga in questo momento.

Un fulgido esempio di bullish e’ senza dubbio legato alle performance che le azioni online regalano sui grafici. I trend sono sempre costantemente in “bullish”. Un esempio su tutti? Le azioni FERRARI. Questo marchio, orgoglio nazionale, non conosce sosta o crisi. Investire nelle azioni della casa di Maranello puo’ regalare enormi soddisfazioni.

Cosa significa bearish?

L’orso è un animale estremamente forte, indubbiamente potente e capace di incutere timore. A differenza del toro che con le corna scaglia verso l’alto, l’orso con le sue possenti zampe tende a spingere verso il basso, a schiacciare giù. Essere bearish, bear infatti in inglese significa orso, indica una analisi tecnica, con gli investitori che sono portati a vendere per limitare le perdite. Ovviamente, ogni dato sull’ andamento dei trend e’ visibile grazie ad una corretta analisi dei mercati.

Origini e storia

Il mondo della finanza spesso viene definito come una giungla bestiale priva di regole. In realtà non è esattamente così. Nonostante ciò nell’iconografia del mondo dei mercati dominano questi due animali totemici piuttosto particolari.

L’orso ed il toro dominano da tempo la semantica dei miglior broker forex fino a diventare dei veri e propri modi di intendere la finanza. Non è un caso che di fronte a diverse sedi di Borse valori siano presenti raffigurazioni di questi due potenti animali, tranne che nell’ italiana Borsa di Milano, detta Piazza Affari.

 

Quando essere bullish?

Gli investienti in borsa italiana azioni sono fatti di crescite e decrementi. L’investitore più esperto in genere sa quando è il caso di mettere sul piatto tutta la fiducia possibile in un titolo od in una valuta. Fermo restando la fallibilità umana e l’imprevedibilità dei mercati un trader che usufruisce di un momento bullish sta ottenendo profitti dalla crescita di un trend.L’ esempio lampante sono, in questo caso, le quotazioni del petrolio.

Nel trading online in particolare però gli investitori possono essere portati a fare scalping ovvero ad aprire posizioni per periodi anche brevissimi. In questo caso essere bullish utilizzando una leva finanziaria trading importante può rivelarsi piuttosto rischioso perché gli andamenti a brevissimo termine sono estremamente capricciosi.

Quando essere bearish?

Un mercato bearish indica un trend in calo, spinge i mercati al pessimismo e genera perdite in chi ha acquistato valute e titoli. Essere bearish in questo caso è quasi naturale. I mercati influenzano moltissimo gli umori degli investitori e quando un trend è ribassista difficilmente ci saranno trader pronti a scommettere su di un cambiamento di rotta senza averne dei validi motivi.

Leggere un grafico

La borsa valori è un mondo all’apparenza complesso che può però rivelare inaspettate semplicità. Per un trader saper come leggere un grafico è essenziale. Molto utilizzate in finanza sono le cosiddette candele giapponesi o candlestick che permettono una lettura sia intuitiva che piuttosto precisa della situazione dei mercati.

Candlestick

Le candele giapponesi nascono in Giappone nel diciottesimo secolo con lo scopo di studiare gli andamenti del prezzo del riso. Le candlestick approdano in Europa solamente nel 1989 e vengono quasi da subito adottate come miglior metodo per conoscere e studiare i trend dei mercati mondiali. Le candele giapponesi dunque hanno tutte assunto definizioni in lingua inglese se si esclude la posizione doji.

Candlestick fondamentali

Le candele giapponesi possono essere sinteticamente catalogate in:

  • Long days. Quando esiste una importante differenza tra il valore di apertura e quello di chiusura.
  • Short days. La differenza tra il valore di apertura e quello di chiusura è minima.
  • Spinning tops. Il corpo della candela è decisamente corto ed indica una sostanziale indecisione dei mercati.
  • Doji. Il prezzo di apertura è identico al prezzo di chiusura. In questo caso l’indecisione dei mercati è massima.

Trading online

Bearish e bullish sono termini divenuti estremamente comuni anche grazie alla diffusione del trading online. Con il trading online la Borsa è diventata alla portata di tutti, le possibilità di guadagni si sono fatti più variegate e gli investimenti più accessibili. Questo grande boom degli investimenti online è dato anche dal fatto che con le tecnologie moderne tutto è diventato più semplice e veloce, lasciandosi alle spalle antiche e complesse burocrazie bancarie.

Perché fare trading online?

Esistono dei vantaggi sostanziali per chi sceglie di fare trading online utilizzando prodotti come i CFD ad esempio:

  • Accessibilità. I broker consentono depositi minimi molto bassi. Avatrade ad esempio permette di iniziare ad investire partendo da un deposito di 100 euro.
  • Velocità. Con le piattaforme attuali è possibile intervenire sulle proprie posizioni aperte in maniera praticamente istantanea.
  • Semplicità. Fare trading online è molto semplice e semplici sono le applicazioni e le piattaforme dei broker.
  • Sicuro. Utilizzando broker registrati e regolamenti non si corre il rischio di vede