Azioni Adidas

adidas Azioni trading

Analisi azioni Adidas

Uno dei brand più conosciuti al mondo, il gruppo Adidas è ideatore, creatore e venditore di accessori e articoli sportivi. All’inizio della propria ascesa, l’attività Adidas era incentrata perlopiù sulla realizzazione di scarpe da calcio. Con gli anni la gamma dei prodotti è aumentata dando spazio a calzature, linee d’abbigliamento e attrezzature sportive, oggi settori principali nei quali si divide l’intera attività del gruppo.

Scegli AvaTrade come Broker di fiducia, riceverai subito un account manager gratuito che ti guiderà passo per passo nel mondo del trading su azioni Adidas

Xetra è il mercato tedesco nel quale vengono quotate le azioni Adidas, la società è compresa nell’indice della borsa di Francoforte che comprende le 30 imprese più quotate, il Dax 30. Il volume d’affari dell’azienda viene realizzato principalmente in Europa e America del Nord, con una significativa ramificazione in Cina e Giappone. Il 2012 è l’anno record sulla fatturazione dell’azienda che sfiora i 15.000 Milioni di euro, Adidas si conferma poi nel 2015 con un aumento del 12,1%. Nel 2017 la capitalizzazione borsistica dell’azienda raggiunge 39.482 Milioni di euro, le azioni Adidas continuano a sorprendere gli analisti e non di meno gli azionisti. L’azionario del gruppo ha una divisione ben precisa – nonostante i dati, soggetti ad una volatilità è dunque verificabili periodicamente- che comprende:

  • I dirigenti trattengono l’1% delle quote
  • Il 4% sono le quote in autocontrollo
  • L’8% delle quote è ottenuta dagli Investitori individuali
  • Gli investitori istituzionali comprendono, invece, circa l’87% delle quote

Come investire in azioni Adidas

a anni il tessuto finanziario globale è in continuo cambiamento. Le conseguenze di questo cambiamento sono la nascita di metodi di guadagno sempre più innovativi. Tra questi il più discusso è il Trading online, che divide tra certezze e dubbi gli investitori. I primi ad adottare questo metodo.

E’ possibile definire il trading come un processo di compravendita su strumenti finanziari tramite internet. Il trader ha la possibilità di acquistare azioni, titoli, obbligazioni e altri strumenti in materia al fine di reintrodurli all’interno del mercato nel minor tempo possibile. La differenza tra il valore d’acquisto e quello di vendita è il guadagno effettivo del trader.
La CONSOB -Commissione nazionale per la società e la Borsa- regolamenta il trading online. Per questo metodo finanziario, il broker è la figura con maggior rilevanza. Il broker mette a disposizione le piattaforme on line nelle quali sono presenti i mercati più quotati; ponendosi come intermediario tra il processo d’acquisto e vendita del trader. Il guadagno del broker è la commissione per ogni richiesta d’acquisto.

Adidas: la storia

Nel lontano 1924 in una lavanderia di Herzogenaurach -una città della Baviera- Adolf Dassler, figlio di calzolai, avviò una piccola produzione realizzando scarpe da calcio. Lo stesso anno in collaborazione con il fratello Rudolf, fondarono la Gebrüder Dassler Schuhfabrik -Fabbrica di scarpe dei fratelli Dassler- come si può immaginare Adolf si occupava della realizzazione mentre Rudolf era il responsabile di distribuzione. Il 1936 è l’anno in cui i fratelli Dassler ricevono una notorietà internazionale, vestendo per giochi olimpici il velocista James Owens. Nel 1947 per divergenze creative e gestionali, i fratelli Dassler si separarono. Rudolf fondò il marchio Puma -brand tutt’oggi conosciuto- mentre Adolf realizzò il marchio Adidas, società registrata in via ufficiale solo nel 1949. Alla fine degli anni 90 l’azienda possiede la Salomon Group con i rispettivi marchi per poi, nel 2006, acquistare Rebook con cui capitalizza 10 miliardi di euro. Il brand Adidas è secondo nella scala mondiale sulla realizzazione e distribuzione commerciale di scarpe sportive. Con più di 40.000 dipendenti in 55 paesi del mondo, Adidas cerca un rinnovo periodico e sembra non voglia allentare la presa per la concorrenza.

Investire in azioni Adidas- cosa sapere

Realizzare un investimento a lungo termine ha sicuramente i suoi vantaggi, primo di tutti la conoscenza dello storico – punti di forza e non compresi- di un brand con fama mondiale. Il motivo per il quale Adidas è fonte d’interesse per molti investitori è semplice: il profilo economico-finanziario dell’azienda è stabile agli occhi del mercato.

  • Attraverso una rete commerciale, in continua tessitura, è stato possibile introdurre nel mercato una gamma di prodotti sempre più vasta. La diversificazione è dunque sinonimo di orgoglio per il gruppo
  • Di significativa importanza è la politica di marketing, che attraverso sponsor, – siano organizzazioni sportive o celebrità- permette una definizione sempre più chiara del marchio. Un tipo di comunicazione innovativa e giovanile che continua a promettere un sodalizio con i suoi clienti
  • Partenariati e associazioni rientrano nel programma adottato dal gruppo Adidas, che con ottimismo guarda allo sviluppo sostenibile. La realizzare di un’azienda sostenibile, è il movente che contraddistingue Adidas dalla concorrenza
  • La qualità ha sì una propria valenza, ma come tale va tutelata e analizzata. Così facendo è possibile avere un quadro completo del brand
  • La politica di prezzo adottata, ha permesso all’azienda di rivolgersi ad un tipo di mercato e clientela ben specifica. Va da sé che l’atteggiamento comunicativo verso paesi e clienti emergenti -o in via di sviluppo-, è limitante
  • Si consideri, inoltre, il fattore produttivo. Per ammortizzare i costi di produzione, la realizzazione dei prodotti Adidas è di circa il 90% esterna alla casa madre. La situazione potrebbe essere vista con occhio critico dalla clientela, portando conseguenze non propriamente favorevoli
  • Considerando che il gruppo possiede solo due marche (Rebook e Adidas), dovrà sottoporsi ad una pressione concorrenziale non indifferente. Pressione a cui tiene testa dal 1947, il suo anno di nascita

Avatrade -una scelta responsabile

La piattaforma Avatrade ha sede a Dublino ed è regolamentata dalla banca centrale Irlandese (N°C53877). Nata nel 2006, la piattaforma si propone nel migliorare i processi finanziari legati al trading online in modo da facilitare l’operatività del trader. L’iscrizione alla piattaforma è gratuita, aperta sia per investitori professionisti che non.
Avatrade offre l’opportunità di aprire un conto demo, con il quale è possibile familiarizzare con l’andamento di mercato. Con un conto demo si possono osservare e comprendere in tempo reale le diverse dinamiche borsistiche, utili per una strategia di trading futura. La differenza con un conto real trading, è nel guadagno. Un conto demo permette di guadagnare in virtuale e d’esperienza.