Intesa SanPaolo

Azioni Intesa SanPaolo

Azioni Intesa SanPaolo

Questo genere di investimenti sono adatti a chi impegna somme piuttosto elevate e per diverso tempo.
In questo caso quindi occorre rivolgersi ad apposite società di intermediazione oppure allo sportello della propria banca per procedere all’acquisto vero e proprio di azioni Intesa SanPaolo.
Una volta deciso l’importo e la quantità di lotti di azioni, dopo la compilazione di appositi documenti, si è effettivamente possessori dei titoli azionari.

Acquistare azioni Intesa SanPaolo non è mai stato cosi semplice e conveniente. Apri un conto con Avatrade, il broker n.1 in italia! Goditi l’alta leva e i vantaggi del trading con un broker pluripremiato!

Facile comprendere che non si tratta di un investimento alla portata di tutti.
Un colosso del sistema bancario italiano come Intesa SanPaolo può sicuramente diventare una opportunità di investimento per chi sente di voler provare ad investire in Borsa.

Comprare azioni Intesa SanPaolo

Investire in Borsa però non è solamente investire online. Fortunatamente esistono nuovi modi per guadagnare investendo e si tratta di modi estremamente più semplici, più veloci e più convenienti.
Attraverso il trading online ormai l’investimento in Borsa è quasi adatto a tutti. Bastano somme davvero esigue, un computer od uno smartphone e la voglia di seguire gli andamenti dei mercati.
basta seguire questi semplici passaggi:

1
Apri
Apri il tuo conto e inserisci i dati per la registrazione
2
Accedi
Accedi  con le tue credenziali di AvaTrade

condizioni per l’acquisto di contratti INTESA SANPAOLO con AvaTrade

Contratti minimi
100
07:00-15:24 (GMT)
Overnight Int. Buy
-0.0083%
Overnight Int. Sell
-0.0083%
Valuta
EUR
Exchange
Borsa Italiana
Simbolo in MT4
_INTESA_SAN
Unità di cambio
Share
Margine
5.00%
Paese
Italia

ATTENZIONE:la tabella potrebbe non essere aggiornata. Per ulteriori infomrazioni e aggiornamenti controlla le nostre condizioni di Trading

Conoscere Intesa SanPaolo

Intesa SanPaolo è il primo istituto bancario italiano. Primo per capitalizzazione e per numero di clienti occupa il 16% dei depositi nel mercato italiano ed ha oltre 11 milioni di clienti.
L’attivo totale è pari a 676 miliardi di euro e fa di Intesa SanPaolo una delle maggiori venti banche europee.
Intesa SanPaolo è però presente anche fuori dai confini nazionali, in particolar modo nei paesi dell’Europa centro-orientale e nei paesi che si affacciano sul Mediterraneo. 1200 sono le filiali estere sparse in 12 paesi per un numero di clienti che supera gli 8 milioni.
Intesa SanPaolo ha poi importanti partecipazioni azionarie che la rendono una banca estremamente influente su vari campi dell’economia italiana.

  • 30,3% di Banca d’Italia
  • 20,59% Compagnia Aerea Italiana (CAI)
  • 25% Nuovo Trasporto Viaggiatori (NTV)
  • 16,74% F2i
  • 12,4% Società Azionaria Gestione Aeroporto Torino (SAGAT)
  • 5,12% RCS Mediagroup (Rizzoli Corriere della Sera)
  • 2,97% IREN

I principali azionisti di Intesa SanPaolo sono invece:

  • 9,888% Compagnia di SanPaolo
  • 4,68% Fondazione Cassa di Risparmio delle Province Lombarde
  • 4,18% Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo
  • 3,4% Assicurazioni Generali

Alcune informazioni basilari:

  • Codice Isin: IT0000072618
  • Minimo anno: 2.064
  • Massimo anno: 2.898
  • Ticker: ISP
  • Variazione inizio anno: 4.86%
  • Intesa SanPaolo conta oltre 90000 dipendenti

 

Storia Intesa SanPaolo

La storia di Banca Intesa SanPaolo è piuttosto recente. Essa nasce infatti nel 2007 dalla fusione di Banca Intesa e SanPaolo IMI. Intesa SanPaolo, come entrambi gli istituti di credito che l’hanno fondata, ha sede a Torino ed è quotata alla Borsa di Milano nell’indice Mib.
Intesa SanPaolo ha iniziato fin dalla sua fondazione una politica di forte influenza sulla società italiana con finanziamenti alla cultura e con iniziative volte a creare una importante rete regionale che si estende in maniera capillare sul territorio.
Finanziamenti sono in particolare stati erogati al mondo del cinema per la realizzazione di importanti pellicole (una su tutte “This must be the place” di Sorrentino) e per la sponsorizzazione del Torino Film Festival.
Dagli anni ’10 di questo secolo è poi iniziata una politica di acquisizione di istituti bancari regionali, dal Banco di Napoli alle Casse di Risparmio di Bologna, Firenze, Pistoia, della Romagna, del Veneto e del Friuli Venezia-Giulia. In questo caso le banche hanno mantenuto la loro denominazione, in molte altre occasioni invece svariate Casse di Risparmio regionali sono state inglobate in Intesa SanPaolo andando a formare la struttura chiamata “Banca dei Territori”.

Conoscere Avatrade

Un broker online che si distingue su molti altri è Avatrade. Con Avatrade puoi fare trading online in tutta tranquillità e con moltissimi strumenti utili per il tuo guadagno, grazie anche alla possibilita’ di poter aprire un conto demo online per fare pratica.
Chiaramente Avatrade è un broker online regolamentato e dunque autorizzato ad operare nei paesi UE, quindi è legittimamente presente anche in Italia.
Se usi Avatrade puoi iniziare depositando appena 100 euro per aprire il tuo conto reale e provare subito a guadagnare con gli asset che preferisci.

Avatrade è un broker adatto a tutti. Se non hai mai fatto trading ti mette a disposizione un’infinità di modi per conoscere a fondo tutto ciò che riguarda il trading online. Puoi scegliere tra guide per principianti, video tutorial, webinars, ebook ,controllare le quotazioni del petrolio e  persino eventi dal vivo.
Come avrai capito, Avatrade tiene molto alla formazione del suo cliente. Devi infatti fare attenzione se ti avvicini per la prima volta al trading online. Moltissime sono le opportunità di guadagno così come è anche possibile incorrere in perdite talvolta importanti. Devi quindi essere attento nella formazione e nel creare la tua strategia di guadagno. Anche per questo Avatrade ti aiuta.
Se poi sei particolarmente timoroso nonostante la imponente formazione teorica oppure se prediligi di gran lunga la pratica, puoi facilmente aprire il tuo conto demo. Con il conto demo utilizzi soldi virtuali e così puoi fare pratica senza correre rischio alcuno.

I mercati di Avatrade

Con Avatrade hai a disposizione diverse piattaforme per fare trading. Una volta scelta quella che fa per te puoi iniziare a scegliere l’asset più adatto per i tuoi guadagni.
Avatrade inoltre è anche mobile. Esistono infatti le ottime app per smartphone che puoi usare sia con Android che se hai prodotti Apple.
Molti sono i mercati su cui Avatrade ti consente di operare. Puoi provare ad investire nel famosissimo Forex che semplicemente è lo scambio di valute estere, negli ETF trading (Exchange Traded Fund) che sono dei fondi quotati in maniera simile a delle azioni. Puoi investire sul petrolio ed energia, sull’oro ed altri metalli, sui prodotti agricoli, sugli indici azionari, su treasury, sul bitcoin e Litecoin ed ovviamente su una gran quantità di titoli azionari e naturalmente puoi controllare se conviene investire nella borsa italiana oggi!
Avatrade non ti lascia in balìa degli eventi e, per poter seguire al meglio i mercati e per delineare la tua strategia, ti offre importanti risorse come l’analisi automatizzata per l’autotrading, l’analisi di mercato e l’analisi fondamentale oltre che metterti a disposizione un completo calendario economico grazie al quale sarai costantemente aggiornato sugli eventi economici e sugli avvenimenti che possono influenzare i mercati.

Come fare trading online?

Il trading online è una opportunità di guadagno che si concretizza mediante appositi intermediari chiamati broker online.
La maggior parte dei broker online offre il prodotto finanziario che ha reso possibile questa enorme possibilità di guadagno per tutti. I CFD, sono dei contratti derivati che consentono di investire sull’andamento di un asset.
Con i CFD non si acquistano azioni né si viene direttamente a contatto col mercato borsistico e ciò rende decisamente più conveniente e modulabile l’investimento.basta solo utizzare una delle piattaforme di trading, la metatrader.
Il costo del prodotto è lo spread. Lo spread è semplicemente la differenza tra il prezzo di vendita e quello d’acquisto. Generalmente è irrisorio e viene assorbito in pochi istanti se la posizione appena aperta va subito in positivo.