Azioni Telecom Italia

azioni Telecom

Comprare azioni Telecom Italia

Per investire in azioni Telecom Italia tramite acquisto bisogna inoltre effettuare un deciso utilizzo di capitale. Pur avendo la singola azione un valore molto basso va ricordato che le azioni si vendono a lotti. L’investitore in questo caso può dover quindi impiegare anche alcune migliaia di euro.

 

 

Investire in azioni Telecom Italia è sicuramente più facile attraverso il trading di CFD. L’investimento in questo caso può essere minimo e comunque portare a buoni guadagni.

Gestire il rischio

La gestione del rischio è fondamentale per chi fa trading online. Aprire una posizione infatti è semplice e veloce e così come si possono guadagnare subito dei soldi è facile anche effettuare un investimento sbagliato.

Con gli strumenti per gestire il rischio si possono chiudere automaticamente delle posizioni che raggiungono un determinato livello di perdite. Stessa cosa può avvenire per chiudere una posizione in positivo prevedendo un picco massimo e su quel picco chiudere la posizione ottenendo il massimo guadagno previsto.

Andamento delle azioni Telecom

Il valore delle azioni Telecom Italia non ha mai raggiunto vette eccessive. Il massimo storico è stato nel 2005 quando una singola azione era arrivata a valere 3 Euro. Il minimo raggiunto da un’azione Telecom Italia è stato di 0,47 Euro nel 2013.

Attualmente, dopo un periodo di picchi che hanno raggiunto 1,2 Euro tra il 2015 e il 2016, le azioni Telecom Italia hanno subito un certo deprezzamento che possono ingolosire molti investitori. Nel periodo attuale le azioni Telecom Italia sono scambiate tra 0,8 e 0,9 Euro con una tendenza alla crescita.

Storia Telecom

Telecom nasce nel 1964 con il nome di Sip. Si trattava dell’azienda statale di telecomunicazioni che unificava una serie di società interregionali come STIPEL, TIMO, TETI, SET, TELVE. Nel 1994 prende l’attuale nome di Telecom Italia. Negli anni seguenti, con la liberalizzazione del mercato delle telecomunicazioni, Telecom Italia si prepara alla privatizzazione che avviene nel 1997.

In seguito Telecom acquisisce Olivetti ed incrementa il proprio potere nel mercato TLC. Negli ultimi anni l’azionariato di Telecom è fondamentalmente controllato dal gruppo francese Vivendi che detiene quasi il 25% delle azioni.

 

 

Come comprare azioni Telecom?

Comprare azioni non è troppo difficile però neppure così facile. L’investitore non molto esperto deve per forza di cose rivolgersi a personale capace di

acquistare e vendere azioni e di conseguenza predisporsi ad ulteriori spese oltre a quelle legate alle commissioni. Un abile consulente finanziario può essere sicuramente molto utile e contribuire al conseguimento di ottimi profitti.

Ovviamente non si tratta di professionalità gratuite e che per forza di cose implicano un affidarsi quasi totalmente al consulente. In alcuni casi degli istituti bancari mettono a disposizione attraverso l’home banking degli strumenti che permettono l’acquisizione di azioni. In questo caso però l’investitore può trovarsi spaesato e rischiare mosse troppo azzardate.

Avatrade offre una notevole serie di informazioni per fare trading conoscendo a fondo tutte le dinamiche che muovono il mondo della finanza online. Per la formazione dell’utente Avatrade ha creato ottimi ebook, video esplicativi, webinar ed anche degli incontri dal vivo che consentono all’investitore di avere sotto mano tutto il necessario per poter guadagnare con il trading online.

Controlla le condizioni di trading per acquistare Telecom Italia

Guadagnare con il trading online

Quando si parla di investire online non si può certo parlare di guadagni certi, di profitti alti e sicuri o di soldi completamente al sicuro. Ovviamente però molte possono essere le variabili. Guadagnare con il trading online è senza dubbio possibile e può essere anche non particolarmente difficile. L’investitore però deve prestare attenzione a chi affida i propri soldi, AvaTrade è uno dei migliori broker sul mercato.

Il broker online deve essere riconosciuto dagli enti che regolamentano i mercati finanziari. Questo ente in Italia si chiama CONSOB. Essendo molti broker online regolamentati da altri enti nazionali bisogna assicurarsi che si tratti comunque di enti di paesi UE. Avatrade ad esempio può operare tranquillamente in tutti i paesi europei, Italia compresa.