Azioni Groupon

azioni-groupon

Azioni Groupon

Groupon è un sito internet di offerte del giorno che offre buoni regalo scontati che possono essere utilizzati presso imprese locali o nazionali.

Groupon, il cui nome deriva dall’unione delle parole ‘group’ (gruppo) e ‘coupon’ (buono promozionale), è stato lanciato a novembre 2008. La prima offerta includeva due pizze al costo di una presso il Motel Bar di Chicago. Questo modesto avvio diede inizio ad una crescita straordinaria, seguita da un crollo ancora più drammatico della fortuna della società.

Inizia il Trading su azioni Groupon tramite i CFDs con Avatrade

L’iniziale successo di Groupon può essere attribuito ad un modello di attività che trovava il favore dei clienti in cerca dei migliori offerte e dei molti piccoli commercianti che portavano ancora i segni della Grande depressione. Ogni giorno, gli utenti di Groupon, attendono di ricevere le email della società, ansiosi di scoprire le offerte del giorno. Queste email contengono offerte da società locali che diventano attive solamente dopo che un certo numero di voucher è stato venduto. Groupon ha messo insieme un team di scrittori e autori al fine di attirare le persone con il loro ingegno e umorismo e di offrire incentivi a coloro che passano parola tra gli amici.

Il 4 novembre 2011, Groupon ha lanciato un’offerta pubblica iniziale (IPO) presso il NASDAQ con il ticker GRPN. La società ha stabilito un prezzo dell’IPO di $20 per azione, ma il titolo ha aperto a $28 per azione, il 40% in più rispetto al prezzo target. Curiosamente, il titolo ha toccato un massimo di $31.14 prima di arretrare e chiudere a quota $28.29. A fine seduta, Groupon vantava una valutazione di oltre $16 miliardi, per un totale di $700 milioni raccolti per la società. Si è trattato della seconda maggiore IPO nella storia dei mercati finanziari, dietro solamente ai $1.7 miliardi raccolti da Google nel 2004.

Le azioni Groupon sono quotate all’interno del comparto “Mixed Retailing Industry” (lett. Industria al dettaglio mista), nella categoria Vendite al dettaglio/all’ingrosso. Groupon non ha mai effettuato uno split azionario e non ha mai pagato dividendi.

Dal 2011 la società è diventata rapidamente una delle maggiori storie di successo del dopo dot-com.

Alla fine del 2018, dopo diversi anni di calo dell’attività, molti lodano Groupon come un trionfo della scena del tech di Chicago. La società non solo conta 1500 dipendenti nella sede di Chicago, Illinois, ma impiega migliaia di persone in oltre 50 paesi al mondo. Per finire, due degli investitori iniziali, Brad Keywell ed Eric Lefkofsky, sono riconosciuti come due degli imprenditori di maggior successo della città.

Tuttavia, dopo anni di cali, la società è impegnata nella transizione verso un modello basato su marketplace, ben lontano dalla strategia originale, che dipendeva da una serie di offerte di beni e servizi in stile coupon o promozioni. Inoltre, l’attenzione verso il mercato dei servizi locali è una strategia che mira ad aumentare i margini sulle vendite della società.

Sebbene la nuova strategia sembra solida da un punto di vista teorico, in realtà la società dovrà sacrificare una buona fetta dei propri ricavi nel breve termine.

Storia del titolo Groupon

Groupon venne fondata nel 2008 da Andrew Mason. All’epoca, Mason era uno studente laureato poco più che ventenne che si guadagnava da vivere creando siti internet. Nel corso del suo lavoro, Mason incontra il tycoon del tech Eric Lefkofsky, al quale racconta le idee che aveva a proposito di Groupon. Il miliardario è rimasto talmente colpito che ha offerto a Mason i fondi necessari per dare vita all’idea.

A due anni dall’inizio delle operazioni, Groupon generava centinaia di milioni di dollari di ricavi ogni mese, e la società stessa ha raggiunto una valutazione di diversi miliardi. In quel momento, la società cresceva ad un ritmo superiore a quello di Apple, Facebook e azioni Google e, secondo i dati riportati da Forbes e dal Wall Street Journal, nel dicembre 2010, Groupon aveva previsto che la società era in linea per raggiungere $1 miliardo di vendite prima di ogni altra società.

Poi, con la stessa rapidità con cui Groupon è cresciuta, la fortuna del colosso dell’e-commerce ha preso un’altra piega. A causa di una serie di fattori, tra cui una serie di competitor più innovativi e un cambio delle dinamiche di mercato, il prezzo per azione Groupon è crollato di quasi il 47% in soli cinque anni, fino a che il titolo è crollato a meno di $3 nel novembre 2012. Nel 2013, quando il prezzo del titolo non è riuscito a violare al rialzo quota $4.80 per azione, Mason è stato licenziato dalla carica di CEO.

In quel momento, l’investitore e co-fondatore Eric Lefkofsky venne nominato CEO ad interim, per poi assumere definitivamente la carica. Lefkofsky annunciò immediatamente un piano di riacquisto delle azioni da $300 milioni. A partire dal 2015 e ancora oggi, a novembre 2018, la società è guidata da un nuovo CEO, Rich Williams, che in precedenza ricopriva il ruolo di Senior Vice President del Global Marketing e CMO per Groupon dal 2011. Williams ha lavorato duramente nel corso degli ultimi tre anni al progetto di trasformazione della società. La cosa interessante è che, negli ultimi tre anni, le azioni della società sono state scambiate del tutto lateralmente, e al novembre 2018 erano scambiate a $2.98.

La strategia su più fronti di Williams include molteplici misure di taglio dei costi e un cambiamento verso un modello di business basato su una piattaforma mobile senza voucher. Si tratta di un cambiamento radicale rispetto al modello internazionale in rapido declino della società, che tutt’oggi si basa su voucher fisici che vengono acquistati da desktop e vengono inviati tramite email.

Groupon ha effettuato diverse acquisizioni nel corso degli anni. Inizialmente, la società ha acquistato servizi di offerte del giorno simili, che vennero rinominati come Groupon. Il più celebre è il caso di MyCityDeal attivo in Europa, che venne acquistato da Groupon nel maggio 2010. Nel gennaio 2011 Groupon acquistò il sito indiano di offerte del giorno SoSasta.com per ribrandizzarlo “Crazeal by Groupon Inc.”

Nel 2012 la società acquistò Mertado, un servizio di social shopping basato sulla piattaforma di Facebook. Nel frattempo, nel 2016 Alibaba Group Holding Ltd, il venditore al dettaglio cinese ha dichiarato di aver acquistato una partecipazione del 5.6% in Groupon Inc. Nell’aprile 2018, Groupon ha stretto una collaborazione con i parchi tematici Universal Orlando, mentre a maggio dello stesso anno la società ha acquisito Bristol, una società di Cloud Savings con sede nel Regno Unito per $65 milioni.

Investire in azioni Groupon

Nel corso degli anni, molti trader hanno guadagnato parecchio nel fare trading su azioni Groupon, ma chiaramente non nell’acquistare e detenere le azioni in ragione del loro calo. Al contrario, per i trader di CFDs che sono stati in grado di prevedere il declino della società e anticipare i brevi momenti di ripresa, si sono aperte le porte di investimenti redditizi.

Per avere successo quando si fa trading su GRPN non sono necessari solamente un’eccellente analisi tecnica e indicatori accurati, ma è necessario anche prestare particolare attenzione ai seguenti fattori che hanno un impatto sul prezzo delle azioni Groupon, sia nel breve termine che nel lungo termine:

  • Rapporti sugli utili

    Groupon ha visto il proprio titolo perdere oltre il 10% in seguito alle trimestrali del Q3 del 2018. Dato che la nuova strategia della società prevede molte parti mobili, il CEO Rich Williams ha deciso che, a partire dall’ultimo rapporto sugli utili, avrebbe scritto una lettera agli azionisti della società, ogni volta che sarebbero stati annunciati i risultati. Si tratta di una decisione inusuale, dal momento che i CEO normalmente scrivono una lettera ai propri azionisti una volta all’anno, quando viene pubblicato il rapporto annuale della società, invece che ad ogni trimestre. La lettera scritta da Williams ha messo in luce molti dei problemi che Groupon sta affrontando e cercando di risolvere, ma ha ricordato anche i miglioramenti riconducibili alle nuove iniziative. Per ottenere informazioni rispetto alla società e ai piani futuri, vale la pena analizzare le lettere fornite da Williams ad ogni pubblicazione degli utili della società.

  • Lancio di nuovi prodotti e ristrutturazione dell’attività

    Sebbene gli azionisti avrebbero dovuto allarmarsi nel vedere un calo degli utili, del profitto lordo e degli utenti attivi alla pubblicazione delle trimestrali della società, la lettera accompagnatoria del CEO ha spiegato come parte delle perdite fosse in qualche modo deliberata. Rispetto al calo del profitto lordo, Rich Williams lo ha attribuito alle decisioni della società mirate a “interrompere il modello di attività ereditato” e a portare i clienti verso la piattaforma Groupon+ senza voucher, ma collegata alla carta di credito del cliente. Williams ha aggiunto che gli acquisti fatti dai clienti sulla piattaforma Groupon+ non vengono calcolati come ricavi fino a che non vengono riscattati, rispetto al sistema dei voucher, dove i pagamenti venivano versati in anticipo.

Considerando l’impatto di Groupon+ e della vendita di OrderUp da parte della società completata lo scorso anno, i profitti dalle operazioni in Nord America sono in realtà in leggero rialzo e non più in calo del 7% come indicato nel rapporto sugli utili del Q2 del 2018.

Concorrenza

Uno dei punti forti di Groupon, che in seguito si è rivelata una debolezza per la società, è la facilità con cui è stato possibile duplicare il suo modello locale in nuove città. Questo ha portato molti competitor a copiare semplicemente il modello di attività della società. Groupon al momento sta spostando l’attenzione verso un mercato che vanta marchi più consolidati, tra cui azioni Amazon e Alibaba. Il successo o meno nel gestire un ambiente così competitivo avrà un impatto significativo sull’azione di prezzo del titolo.

Dal momento che Groupon sta affrontando molti cambiamenti, è importante valutare l’impatto che tutti questi fattori possono provocare nel breve termine, piuttosto che nel lungo termine, quando il titolo Groupon li avrà già prezzati.

Informazioni sul trading su azioni Groupon:

  • Simbolo MT4: #GROUPON
  • Orari di trading: Lunedì – Venerdì, 14:30-20:59 GMT ora di Londra
  • Paese: USA
  • Valuta: USD
  • Borsa: NASDAQ
  • Margine: 10%
  • Dimensione minima dell’operazione: 10
  • Spread consueto: 0.36%
  • Interesse overnight giornaliero – Vendita: -0.0111%
  • Interesse overnight giornaliero – Acquisto: -0.0166%

Perché fare trading su azioni Groupon con AvaTrade

  • Regolamentazione internazionale: AvaTrade è un broker forex e di CFD premiato, regolamentato in 5 continenti. AvaTrade offre un ambiente di trading trasparente e sicuro, oltre a conti segregati.
  • Trading con leva: Acquistare le azioni Groupon può essere costoso. Tuttavia, AvaTrade offre un trading con leva, che ti permette di aprire una posizione di trading sul titolo con solamente una frazione del costo richiesto per acquistare il sottostante.
  • Possibilità di andare corti sul titolo Groupon: Groupon è una società che dovrà affrontare ancora molte sfide, che metteranno a dura prova i progressi e la crescita della società. Detto ciò, la strategia del CEO sembra dare i primi frutti ed è probabile che vi saranno periodi di inversioni e volatilità. La vendita allo scoperto ti permette di trarre profitto sia da un prezzo del titolo in rialzo che in calo.
  • Piattaforma di trading avanzata: AvaTrade offre ai propri trader la piattaforma di trading più popolare sul mercato: il MetaTrader 4. Questa è una piattaforma di trading testata ampiamente, semplice da utilizzare e con un’ampia gamma di strumenti e funzioni di trading.
  • Soluzioni di trading automatizzato: AvaTrade offre soluzioni di trading automatizzato che permettono ai trader di impostare in tutta semplicità i propri parametri di trading, per non perdere nessuna opportunità di trading.
  • Depositi e prelievi sicuri: grazie all’elevato livello di cifratura dei dati personali archiviati e trasferiti, puoi rimanere certo che le tue informazioni sono protette e al sicuro.
  • Servizio clienti: il team del servizio clienti di AvaTrade è cortese, reattivo e altamente formato e può essere contattato in diverse lingue.

Desideri fare trading su azioni Groupon e su molti altri CFD con un broker regolamentato a livello globale? Apri un conto con AvaTrade oggi stesso!