416 views

Introduzione agli NFT

Introduzione agli NFT

Gli NFT (non-fungible token) rappresentano un certificato di proprietà di una produzione digitale (un’immagine, un brano musicale, un contenuto legato ad un videogame) o, più raramente, di un bene fisico. Pertanto il suo valore è legato al contenuto sottostante; in questo senso è non-fungibile (non intercambiabile) e si differenzia da una normale criptovaluta.

Gli NFT e la blockchain

Quello che gli NFT condividono con le criptovalute è la tecnologia su cui si basano: la cosiddetta blockchain.

Per semplificare, possiamo considerare la blockchain come una sorta di registro digitale in cui ogni blocco rappresenta una transazione. Pertanto è possibile risalire alla data di creazione del NFT, ai passaggi di proprietà ed a quale prezzo sono avvenuti questi scambi.

Figura 1 Relazione tra NFT e blockchain

La blockchain è una tecnologia aperta e di conseguenza ne esistono diverse implementazioni; quella specifica su cui si basa la maggior parte degli NFT è Ethereum. Per questo motivo le transazioni avvengono con la criptovaluta omonima.

Il mercato degli NFT

La crescita di questo mercato durante il 2021 è stata a dir poco impressionante; tanto da rendere gli NFT un fenomeno di rilevanza mondiale. Tanto che il dizionario Collins ha insignito NFT del titolo di “parola dell’anno” 2021.

I volumi delle transazioni in NFT sono passati dal mezzo miliardo di dollari del luglio 2021 ai circa 5,4 miliardi di agosto 2021; una crescita del 980% nel giro di soli tre mesi.

Figura 2 Volume di scambio di NFT espressi in miliardi di dollari. Fonte: dappradar.com

Normalmente gli NFT vengono scambiati attraverso dei siti specializzati (marketplace) che agiscono analogamente a delle case d’asta. Il più conosciuto tra questi è certamente Opensea, anche se ultimamente si stanno affermando altre piattaforme. Tra queste possiamo citare Axie Infinity (‎il negozio online per il videogioco Axie Infinity‎) e Foundation. Un altro importante player che sta per fare il suo ingresso nel mercato NFT è certamente Coinbase.

Anche se, come detto in precedenza, gli NFT possono venire associati a qualsiasi prodotto digitale, la maggior parte del mercato è coperta dalla cosiddetta digital art. Gli NFT scambiati al prezzo maggiore durante il 2021 riguardano immagini digitali o collezioni di immagini.

Figura 3 I contenuti digitali scambiati al prezzo maggiore durante il 2021. Fonte: dappradar.com

NFT e diritto d’autore

I diritti sulla paternità dell’opera non possono essere ceduti con un NFT. Tuttavia con esso si acquisisce il diritto all’utilizzo della stessa.

Ci si potrebbe chiedere per quale motivo si debba acquistare una semplice immagine digitale con un NFT quando in realtà è semplicissimo farne una copia con un semplice screen-shot. La risposta in realtà è abbastanza evidente: è la stessa differenza che sussiste tra avere un poster della Gioconda di Leonardo e possedere il dipinto autentico.

NFT, Trading Online ed NFT Frazionabili (F-NFT)

Verrebbe da chiedersi: è possibile fare trading con gli NFT? La risposta è negativa perché ogni NFT è unico e non equivalente ad un altro.

Tuttavia vi è ancora una particolare categoria di NFT di cui non abbiamo ancora parlato: si tratta degli NFT Frazionabili (F-NFT). Gli NFT frazionabili consistono semplicemente nel dividere un singolo NFT in più parti tramite una procedura tecnica (da ERC-721 a ERC-20).

Il motivo principale per cui vengono creati gli F-NFT è quello di permettere gli scambi di NFT particolarmente costosi; questo consente l’ingresso nel mercato NFT anche a soggetti che dispongono di fondi limitati.

La caratteristica principale degli NFT frazionabili è la fungibilità; per questo motivo possono essere, in linea di principio, scambiati tra loro al pari di una criptovaluta o di una azione.

Figura 4 NFT Frazionabili