Cosa sono i pip?

Cosa sono i pip?
Cosa sono i PIPs

Grazie alle piattaforme di trading basta un instante per conoscere il valore della nostra posizione di trading in pip, ma perché il mercato forex li preferisce e a cosa servono?

Cosa sono i pip nel mercato forex?

Nel mercato forex il pip, abbreviazione di percentage in point o price interest point, rappresenta il più piccolo movimento di prezzo che è possibile apprezzare in una coppia valutaria.

Cosa sono i pip?

Dal momento che la maggior parte delle coppie nel mercato valutario è quotata fino alla quarta cifra decimale, un movimento di un pip corrisponde generalmente a una variazione dello 0.0001%. La pipette, meno diffusa, corrisponde invece ad una variazione della quinta cifra decimale, ossia allo 0.00001%.

Una eccezione che spesso può generare perplessità nei neo trader è quella dello yen. Le coppie valutarie che includono lo yen possono decidere come unità di misura dei pip la seconda cifra decimale, e questo in virtù del valore davvero basso di un singolo yen.

Un pip si distingue quindi dal punto base, con cui è spesso confuso, che corrisponde invece alla variazione della seconda cifra decimale, ossia allo 0.01%. Mentre i BPS sono molto utilizzati per esprimere le variazioni di valore di titoli e contratti, i pips sono particolarmente efficaci per evidenziare lo spread tra due valute, e per questo specifici del mercato forex.

Quanto vale un pip?

Come abbiamo detto, un pip corrisponde alla variazione di una unità nella quarta cifra decimale del tasso di cambio di una coppia valutaria.

  • EUR/USD 1.1614

Il calcolo del valore di un pip è semplicissimo, e quasi ogni piattaforma lo svolge in maniera del tutto automatica; quindi, non sarà necessario effettuarlo manualmente nel nostro trading quotidiano. Tuttavia, conoscere la formula di calcolo permette di gestire più consapevolmente il dimensionamento dei nostri ordini.

Veniamo subito alla pratica con la formula per conoscere il valore di un singolo pip: 

dimensione della posizione x 0.0001 = valore monetario di un pip

Dalla formula risulta chiaro che la dimensione della nostra posizione è la variabile più importante, perché determina quanto possiamo guadagnare o perdere. A parità di movimento in pip, maggiore è la posizione e più elevate saranno i profitti o le perdite potenziali del tuo conto. In altre parole, la dimensione degli ordini è proporzionale al valore dei pips.

Vediamo un breve esempio con la coppia EUR/USD: Ammettiamo di aprire una posizione della dimensione di 10.000 unità e calcoliamo il valore di un pip in questo modo: 10.000 (unità) x 0.0001 (1 pip) = €1 per pip. Quando apriamo una posizione e il mercato è a favore, per ogni movimento di 1 pip guadagniamo di €1.00. Se al contrario il mercato dovesse muoversi in direzione opposta alla nostra, perderemmo €1.00 per ogni pip di movimento. In questo esempio per semplicità il pip corrispondeva esattamente ad un’unità di valuta, ma nella realtà può avere valori anche diversi.

Il valore di un pip è infatti influenzato dalla valuta, dalla piattaforma di trading o dal feed di prezzo. Potremo quindi trovarci di fronte sistemi che mostrano 4 cifre decimali (pip), o altri che mostrano 5 cifre decimali (pipette). Esistono anche piattaforme di trading che mostrano variazioni di prezzo nell’ordine di mezzo pip, sebbene il pip rappresenti lo standard preferito dalla maggior parte delle interfacce.

Apri subito la tua piattaforma demo, e prova tu stesso a vedere come ordini più grandi influenzano il valore dei singoli pips!

In pratica: i pip con le valute maggiori

Come sappiamo le valute maggiori scambiate da investitori e trader sono lo yen giapponese (JPY), la sterlina britannica (GBP), il dollaro statunitense (USD), l’euro (EUR) e il dollaro canadese (CAD). Tutte le coppie valutarie più importanti contengono almeno una o due tra queste valute.

Il mercato valutario presenta infinite variabili e rischi, ma per fortuna la maggior parte di essi possono essere mitigati. Prima di aprire una posizione nel mercato forex è essenziale, tra le altre cose, conoscere gli intervalli medi giornalieri e farsi un’idea della volatilità attesa nel mercato valutario. Avendo a disposizione i dati sui movimenti medi giornalieri in pip è possibile impostare gli ordini con maggiore concretezza, conoscendo in anticipo il massimo guadagno e la massima perdita teorica realizzabile, e impostando ordini protettivi efficaci.
In qualità di broker, noi di AvaTrade raccomandiamo caldamente di tenere d’occhio gli intervalli medi giornalieri delle valute preferite.

La tabella di seguito riporta un esempio di come la dimensione della posizione influenzi il valore di un singolo pip, prendendo come valuta di esempio il dollaro americano:

il valore di un singolo pip:
Unità di base della valuta Valore di un pip ($)
100.000 (lotto) 10 $
10.000 (mini lotto) 1 $
1.000 (micro lotto) 0.1 $
100 (nano lotto) 0.01 $

AvaTrade è un broker leader nel CFD trading. Registrati ora e inizia a conoscere le basi del trading con una guida passo passo.

FAQ sui pip

  • Che differenza c’è tra un PIP e un BPS?

    Il pip rappresenta la più piccola variazione apprezzabile nel prezzo delle coppie valutarie e di solito corrisponde alla quarta cifra decimale. Il punto base invece è l’unità di misura comune dei tassi di interesse e delle percentuali finanziarie, e corrisponde alla variazione della seconda cifra decimale, ossia allo 0.01%. Un BPS equivale a 1/100 di 1% o 0.01% (0.0001) e denota la variazione del tasso di cambio in percentuale.

     
  • Esistono coppie di valute che non utilizzano 0.0001 come un singolo pip?

    Sì, i cross dello yen giapponese come EUR / JPY e USD / JPY non usano 0,0001 come pip. Usano 0,01 o 1/100 del tasso di cambio. Quindi, l’USD / JPY potrebbe essere quotato a 110,01, dove lo 0,01 finale è rappresenta un pip. Questa è una differenza notevole rispetto alla maggior parte delle altre coppie di valute ed è dovuta al valore molto basso di un singolo yen.

     
  • Cos’è un calcolatore di valore dei pip?

    È uno strumento che calcola il valore del singolo pip al tuo posto. Ottenerlo non è sempre semplicissimo e richiede tempo, in particolare per le coppie di valute che non includono il dollaro USA (per il quale il valore del pip è costante). Basterà inserire la valuta di base del proprio account e il calcolatore restituirà il valore di un pip per lotto standard (100.000 unità), mini lotto (10.000 unità) e micro lotto (1.000 unità). Oltre a far risparmiare tempo, è molto utile per monitorare costantemente profitti e perdite potenziali.

     
  • In che modo la leva influisce sul valore di un pip?

    Fondamentalmente se aumenti la tua leva sale anche la volatilità, e poiché ogni pip cresce di valore, anche un piccolo cambiamento può avere un enorme impatto sul tuo conto di trading. Normalmente per le coppie in cui l’USD è la valuta di quotazione, un lotto standard di 100.000 unità ha un valore pip di $ 10. Se aggiungi una leva 1: 100 e hai $ 10.000 nel tuo conto di trading, sarai in grado di controllare $ 1.000.000 o 1 lotto standard. E ogni pip varrà $ 100.