ESP

ESP
ESP-Earnings-Per-Share

Con l’acronimo EPS si intende l’utile per azione (Earnings Per Share) ovvero il rapporto tra l’utile netto di una società ed il numero delle azioni negoziabili. E’ uno dei maggiori indicatori per valutare la redditività di una azienda.

esp-fine-2021

Come si calcola EPS

Nella sua forma semplice, EPS è definito: 

esp-formula

Tuttavia, non tutte le azioni sono uguali ed alcune godono di diritti speciali (le cosiddette azioni privilegiate) che garantiscono ai possessori di incassare dividendi privilegiati; inoltre il numero di azioni ordinarie (le azioni ‘normali’ che non forniscono nessun diritto particolare) può variare nel periodo preso in esame.

Pertanto la formula più corretta è la seguente:

esp-formula-corretta

Quanto deve essere EPS?

La cosa più importante da dire riguardo ad EPS è che dovrebbe essere un valore maggiore di zero, perché questo significa che l’azienda in questione sta generando dei profitti. In linea di massima, maggiore è questo valore meglio è.

Cosa significa un EPS negativo?

Un EPS negativo indica che, nel periodo in esame, l’azienda è incorsa in delle perdite ovvero non è stata in grado di generare nessun utile. Pertanto possiamo definire un EPS negativo come perdita per azione.

Ad esempio se la società ACME CORP versa in una situazione di questo tipo:

Ricavi = $ 1.000.000,00

Spese = $ 1.100.000,00

Dividendi privilegiati = $ 0,00

Azioni ordinarie = 100.000

esp-formula-esempio

Significa che per ogni azione della ACME CORP ogni azione ordinaria genera una perdita operativa di 1 dollaro.

Normalmente un EPS negativo porta tendenzialmente ad un deprezzamento del titolo.

Come usare EPS?

EPS può fornirci importanti indicazioni a livello di trading sui titoli azionari. Innanzitutto una serie di trimestri con EPS crescenti forniscono una spinta al rialzo perché porta sempre maggiori investitori all’acquisto di titoli di una società che dimostra una crescita costante nel tempo.

Un altro aspetto riguarda invece le aspettative sui dati relativi agli EPS:

  • Quando EPS è maggiore della previsione (anche se il dato non è positivo in senso assoluto) si registra una tendenza al rialzo dei prezzi
  • Quando EPS è inferiore alle aspettative il prezzo tende a subire un deprezzamento

Dobbiamo infine considerare, quando prendiamo delle decisioni di investimento, che l’EPS presenta anche alcuni limiti:

  • L’EPS non tiene in alcun modo conto del prezzo effettivo dell’azione, pertanto potremmo trovarci di fronte alla possibilità che il titolo sia sopravvalutato; in tal caso vanno valutati altri indicatori quali il P/E ratio (price earnings ratio, rapporto quotazioni utili)
  • Una società potrebbe diminuire artificiosamente il numero delle azioni in circolazione (ad esempio riacquistandole sul mercato) aumentando EPS anche senza un incremento effettivo degli utili