242 views

Report Banca Dei Regolamenti Internazionali sul FOREX.

Report Banca Dei Regolamenti Internazionali sul FOREX.

In questo post commentiamo i dati sul Report Triennale sul Mercato Forex redatto dalla Banca dei Regolamenti Internazionali. La BIS (Bank International Settlement ) con Sede a Basilea in Svizzera, ogni tre anni elabora questo report attraverso i dati delle Maggiori Banche Centrali, in questo ultimo aggiornamento i contributori sono state ben 53 Banche Centrali. Il prossimo aggiornamento avverrà alla metà del 2022.

Highlits sul Report Triennale del 2019 sul turnover sul mercato FX OTC:

  • La negoziazione sul mercato Forex ha raggiunto $ 6,6 trilioni al giorno nell’aprile 2019, in aumento rispetto a $ 5,1 trilioni tre anni prima. La crescita del trading di derivati ​​FX, in particolare gli swap FX, ha superato quella del trading spot.
  • Il dollaro USA ha mantenuto il suo status di valuta dominante, con una quota pari all’44% di tutte le negoziazioni. La quota di scambi con l’euro da un lato è leggermente aumentata, al 16%. Al contrario, la quota delle negoziazioni che coinvolgono lo yen giapponese è scesa di circa 2 punti percentuali, sebbene lo yen sia rimasto la terza valuta più scambiata (da una parte del 8,4% di tutte le negoziazioni).
  • Come nelle precedenti indagini, le valute delle economie dei mercati emergenti (EME) hanno nuovamente guadagnato quote di mercato, raggiungendo il 25% del turnover globale complessivo. Il turnover nel renminbi, tuttavia, è cresciuto solo leggermente più velocemente del mercato aggregato e il renminbi non è salito ulteriormente nelle classifiche globali. E’ rimasto l’ottava valuta più scambiata, con una quota del 2,16%, posizionandosi subito dopo il franco svizzero.
  • Il volume delle negoziazioni spot è aumentato rispetto ad aprile 2016, ma l’espansione è stata meno forte rispetto ad altri strumenti – quindi la quota delle negoziazioni spot ha continuato a scendere, al 30% nel 2019, rispetto al 33% nel 2016. Al contrario gli FX swap hanno continuato a guadagnare quote di mercato, rappresentando il 49% del turnover totale del mercato FX nell’aprile 2019. Anche gli scambi forward a termine sono aumentati, con gran parte dell’aumento dovuto al segmento dei forward non consegnabili (NDF).

  •  Il trading FX con “other financial institutions”, vale a dire quelli diversi dai reporting dealer, ha nuovamente superato i volumi degli scambi inter-dealers, raggiungendo 3,6 miliardi di dollari nell’aprile 2019, ovvero il 55% del turnover globale. Ciò è dovuto a una quota maggiore delle negoziazioni con non-reporting banks, nonché con hedge fund e società di negoziazione proprietarie, proprietary trading firms (PTF), mentre le negoziazioni con investitori istituzionali sono diminuite.

  • Nell’aprile 2019, i sales desk in cinque paesi – Regno Unito, Stati Uniti, Hong Kong SAR, Singapore e Giappone – hanno scambiato il 79% di tutte le negoziazioni in valuta estera. L’attività commerciale nel Regno Unito e nella RAS di Hong Kong è cresciuta di oltre la media globale. Anche la Cina continentale ha registrato un aumento significativo dell’attività commerciale, rendendolo l’ottavo centro di negoziazione FX più grande (rispetto al 13 aprile 2016).