Analisi fondamentale

analisi-fondamentale

Indice pagina

Definizione di analisi fondamentale

Per definizione, l’analisi fondamentale è lo studio dei fattori economici, sociali e politici che influenzano l’offerta e la domanda di un’attività finanziaria sottostante.

A differenza degli analisti tecnici, che cercano di prevedere quando il prezzo di uno strumento si muoverà, gli analisti fondamentali tentano di stabilire perché il prezzo di un asset si muoverà.

Attraverso l’analisi fondamentale quindi, il trader studia prima lo stato generale dell’economia, poi si concentra sui fattori strettamente collegati alle attività che gli interessano. Affinché la ricerca sia efficace, devono essere presi in considerazione tutti gli eventi finanziari in grado di influenzare l’andamento dell’asset, compresi quelli più lontani. Ogni evento può infatti avere un’influenza significativa sui mercati, sia esso di natura sociale, politica o generale.

Perché scegliere l’analisi fondamentale?

Questo tipo di analisi si adatta alla perfezione ai trader che desiderano addentrarsi a fondo nel mondo finanziario. Rispetto ad altre forme di analisi è meno pragmatica, e per padroneggiarla correttamente richiede più tempo di quanto molti neotrader siano disposti a investire. Tuttavia, se applicata correttamente, è in grado di portare grandi soddisfazioni.

Lo scopo dell’analisi di mercato è in fin dei conti quello di scovare opportunità di trading ed evitare sorprese che potrebbero mettere a repentaglio i propri investimenti.

Pertanto, più approfondite sono le ricerche e le analisi, minori sono le possibilità di essere colti alla sprovvista. Alcuni dei top trader più famosi al mondo si affidano proprio all’analisi fondamentale, quindi perché non prendere esempio?

Occorre precisare che, come qualsiasi altra forma di analisi, non è infallibile: il mercato può cambiare drasticamente in pochi minuti, vanificando le speculazioni e ribaltando il risultato delle operazioni.

Come si imposta un’analisi fondamentale?

Se si sceglie di percorrere la strada fondamentale, la prima cosa da fare è familiarizzare con lo strumento che si intende tradare, e studiare ogni possibile evento in grado di influenzarne l’andamento.

Sarà indispensabile trovare una o più fonti attendibili per rimanere al passo con le news, e assicurarsi di seguirle quotidianamente iscrivendosi alle newsletter e consultandole.

L’inseparabile amico del trader fondamentale è il calendario economico, che raccoglie i report e gli eventi finanziari imminenti dei principali operatori di mercato. Grazie all’osservazione e allo studio bisogna imparare quali eventi sono rilevanti per l’asset che interessa quindi scoprire come prepararsi per quegli eventi.

Continua ad apprendere…

Noi di AvaTrade ci impegniamo per fornire ai nostri trader tutto ciò che serve per affrontare il trading in sicurezza, come le guide educative per muoversi come dei pro nei mercati.

Scopri di più sull’analisi garazie alla nostra

Guida completa agli indicatori economici fondamentali

quali sono e come usarli per condurre fruttuoseanalisi di trading

Approfondimenti:

Abbina la teoria alla pratica e metti subito alla prova quello che impari su un conto demo gratuito e privo di rischi.

FAQ sull’analisi fondamentale

  • Perché l’analisi fondamentale è così importante?

    A molti investitori piace fare affidamento su numeri concreti, come bilanci e profitti aziendali, quando valutano un’azione o un altro asset. L’analisi fondamentale può fornire a questi trader i dati di cui hanno bisogno per fare delle stime accurate sul prezzo futuro dell’asset. Utilizzando l’analisi fondamentale, il valore intrinseco di uno strumento può essere valutato in modo equo in base al contesto di cui fa parte, consentendo di prendere decisioni di trading migliori.

     
  • Che cos’è l’analisi fondamentale top-down e bottom-up?

    Uno va dal generale allo specifico, l’altro dallo specifico al generale. L’approccio top-down parte dallo stato di salute dell’economia in generale: esamina i fattori macroeconomici come PIL, tassi di interesse e livelli di inflazione per determinare la direzione generale del mercato. In seguito si concentra gradualmente sui settori e le industrie all’interno dell’economia che stanno ottenendo i migliori risultati e offrono migliori opportunità di trading. Al contrario l’analisi bottom-up è più focalizzata sui fattori microeconomici che possono avere un impatto sui mercati: parte dai singoli titoli o asset, e spazia poi fino al settore più ampio e infine all’economia in generale.

     
  • L’analisi fondamentale è migliore dell’analisi tecnica?

    Analisi tecnica e fondamentale sono i lati opposti della stessa medaglia. L’obiettivo dell’analisi fondamentale è determinare un valore equo per un’attività o un singolo titolo per stabilire se è sopravvalutato o sottovalutato e se conviene di più acquistarlo o venderlo. L’obiettivo dell’analisi tecnica è valutare la price action, cercando modelli storici che possano aiutare a prevedere i movimenti futuri dei prezzi. I due metodi sono quindi molto diversi e uno non è intrinsecamente migliore dell’altro, tanto che molti trader li usano in combinazione. Decidere quale analisi seguire dipende solo dal trader, perché in fin dei conti la migliore strategia di trading è quella che ci riesce meglio e che più si adatta alla personalità.