Indicatori economici fondamentali

Indicatori economici fondamentali

Gli indicatori economici sono misure statistiche dell’attività dei mercati in generale. Permettono a investitori e analisti di interpretare lo stato dell’economia nel presente, e quindi di formulare delle possibili previsioni sulla sua evoluzione nel breve termine.

Grazie a questa sezione è possibile navigare attraverso la raccolta degli indicatori più importanti e le dritte su come impiegare le preziose informazioni che raccolgono nelle strategie di trading. È possibile sfogliarli per avere un’idea generale dell’argomento o approfondirli secondo il proprio interesse.

Per prima cosa vediamo nello specifico quali sono i fattori più importanti di un indicatore economico, e come classificarli meglio.

Gli indicatori economici possono essere divisi in tre tipologie, in base al tempismo con cui si presentano i loro segnali:

  • i leading indicators (indicatori di anticipo o a priori) sono quelli che, come il Level of Manifacturing Activity (ore medie di lavoro nei settori produttivi), permettono di anticipare il comportamento dell’economia in futuro;
  • i lagging indicator (indicatori di ritardo o a posteriori) sono quelli che, come il GDP (PIL) si presentano dopo che è avvenuto un cambiamento nell’economia, e fungono da conferma;
  • i coincident indicator (indicatori coincidenti), come il tasso di disoccupazione, i cui cambiamenti avvengono in concomitanza con quelli dell’economia.

Ciascun indicatore ha la sua frequenza di rilascio, programmata con largo anticipo, che può essere giornaliera, settimanale, mensile, quadrimestrale o annuale.

I dati divulgati si comportano quindi come catalizzatori delle oscillazioni del prezzo nei vari mercati finanziari. Conoscerli permette di scorgere opportunità di profitto nei mercati, ma non solo! È anche fondamentale per non farsi cogliere alla sprovvista dai picchi di volatilità che si osservano nei mercati a ridosso dei report.

Ancora una volta lo strumento che corre in soccorso dei trader è il calendario economico. Si tratta dell’agenda completa e dettagliata degli eventi principali che avvengono nei mercati finanziari, come il rilascio di dati e indici in grado di influenzare l’andamento dei vari asset in ogni ambito dell’economia.

Il calendario fornisce una spiegazione accurata dell’impatto degli eventi, e riporta sia i valori previsti che quelli effettivi, unitamente con le date precise di rilascio da fonti attendibili. Molti investitori fanno affidamento alle previsioni per orientare le proprie strategie: se i dati le supereranno potranno aspettarsi un aumento della domanda, mentre se dovessero rivelarsi peggiori l’asset potrebbe subire invece una pressione di vendita.

Il calendario economico di AvaTrade si trova nella sezione Trading Central, nella Home di WebTrader e dell’app AvaTradeGO. Oltre alle funzioni di cui abbiamo parlato permette anche di consultare i grafici passati, per studiare le reazioni e i valori raggiunti dall’asset in questione in seguito ai rilasci precedenti. Ogni evento è suddiviso per grado di importanza e area di influenza, e i filtri permettono di selezionare immediatamente le notizie che ci interessano.

Cosa sono i tassi di interesse

I tassi di interesse (interest rate) sono lo strumento in assoluto più importante a disposizione delle banche centrali per esercitare il controllo sull’economia nazionale. Rappresenta infatti il costo associato al noleggio del denaro, e si applica allo stesso modo a qualsiasi operazione finanziaria, sia interbancaria che rivolta ai fruitori finali.

Cos’è il prodotto interno lordo (PIL)

Il PIL, che nel glossario internazionale è chiamato Gross Domestic Product (GDP), è il valore complessivo dei beni e servizi prodotti da un paese. Viene ricalcolato su base periodica, generalmente su base quadrimestrale o annuale, per fornire una misura di come il valore economico delle produzioni locali si modifica nel tempo.

Cose’è il tasso di disoccupazione?

Il tasso di disoccupazione, o unemployment rate è il rapporto dei lavoratori disoccupati rispetto alla forza lavoro totale della nazione. La forza lavoro è costituita dalla somma di lavoratori a rinnovo o a contratto, dei lavoratori autonomi e degli inoccupati, ed esclude dal calcolo i soggetti incapaci di occupare posizioni lavorative (pensionati, minori, ecc…).

Cos’è l’indice dei prezzi al consumo?

Il Consumer Price Index (CPI) è l’indicatore chiave per misurare i tassi di inflazione e in costo della vita di un paese. È costituito da un paniere di beni e servizi (scelti tra le preferenze tipiche dei consumatori), e il suo valore è calcolato sulla base della media ponderata dei prezzi al dettaglio dei beni che lo compongono.

Cos’è la bilancia commerciale

La bilancia commerciale, o Balance of Trade (BoT), è la differenza tra il totale delle esportazioni e delle importazioni di un paese in un determinato lasso di tempo. È nota anche come esportazioni nette (NX), e tiene conto di una ampia varietà di beni e servizi. Osservando la bilancia commerciale è possibile sapere se in un certo periodo un paese è riuscito a esportare più beni e servizi di quanti ne ha importati. Conoscere e saper interpretare la bilancia commerciale permette di evidenziare forze e debolezze di un’economia, e prevedere la probabile risposta della stessa ad eventi esterni, come dazi o nuovi accordi internazionali, o magari tensioni politiche nei confronti dei paesi da cui provengono buona parte delle importazioni.

Cosa sono i permessi edilizi?

I cosiddetti building permits fanno parte del set di indicatori relativi ai mercati immobiliari, insieme al valore delle nuove costruzioni, spese connesse all’edilizia, vendita di immobili nuovi o preesistenti. La loro analisi permette di trarre decisive conclusioni sulla crescita o la stagnazione dei mercati immobiliari, e in analisi fondamentale rappresenta un indicatore di sentiment di lungo termine.

Rapporti sui redditi e sui salari

I rapporti su redditi e salari forniscono la misura più diretta e precisa del potere d’acquisto dei cittadini di una nazione, dal momento che la maggior parte delle persone per poter vivere fa affidamento su uno stipendio. Le implicazioni che ha sul quadro economico complessivo sono molteplici, e ogni trader potrebbe ricevere grossi spunti dall’analisi fondamentale di questo indicatore.

Cosa sono i profitti aziendali

Questo indicatore mostra le performance del settore privato, e permette di ottenere informazioni di enorme importanza, in grado di impattare sugli altri indici. Il settore privato rappresenta infatti una porzione significativa dell’economia, e il suo stato di benessere è costantemente sotto l’occhio vigile degli operatori dei mercati.

Cos’è la politica economica

In qualità di principale organo amministrativo di un paese, il governo è responsabile di coltivare l’economia e prendere decisione su come gestire le operazioni economiche legate ad esso. Le decisioni economiche includono la gestione delle entrate nazionali, della spesa nazionale e degli investimenti pubblici, nonché l’agevolazione e la regolamentazione dell’occupazione, delle imprese, dei finanziamenti e degli investimenti nei mercati privati.