Trading sull’EUR/USD

L’EUR/USD è il ticker per il tasso di cambio dell’Euro-Dollaro. Si tratta di una delle coppie maggiori nel forex, in quanto rappresenta le economie più grandi al mondo e i più importanti partner commerciali. L’EUR/USD è anche la coppia più liquida al mondo e offre ai trader che desiderano acquistarla o venderla spread bassi. L’eurodollaro è la coppia più consigliata per il trading da parte di qualsiasi tipo di investitore, inclusi i principianti, proprio in ragione della sua liquidità e volatilità.

Leggere i prezzi dell’EUR/USD

Come per qualsiasi altra coppia valutaria, l’EURUSD rappresenta il prezzo della valuta di base (euro) in relazione alla valuta secondaria (dollaro Usa). Pertanto, quando il prezzo della coppia EURUSD cresce, significa che l’euro si sta rafforzando nei confronti del dollaro Usa, mentre quando il prezzo dell’EURUSD cala, significa che il valore dell’euro diminuisce rispetto al dollaro Usa.

La quotazione dell’EURUSD essenzialmente rappresenta l’importo in dollari che è necessario per acquistare un euro. Quindi, ad esempio, quando il prezzo dell’EURUSD è 1.20, significa che per acquistare 1 euro, bisogna pagare 1.20 dollari Usa.

Storia dell’EUR/USD

Dal momento che l’EURUSD è la coppia valutaria più popolare sul mercato del forex, è difficile immaginare che 20 anni fa non esisteva. L’EURUSD è nata il 1° gennaio 1999 contestualmente alla nascita dell’euro dopo che 19 paesi europei hanno adottato una moneta unica. Alla nascita l’EURUSD valeva 1.1795 ed è calato ad un minimo storico di 0.8225 nell’ottobre 2000 mentre i paesi stavano ancora adattandosi alla moneta unica. Successivamente la moneta unica si è apprezzata ulteriormente man mano che l’adozione è andata aumentando, registrando un massimo storico di 1.6037 nel luglio 2008 durante la crisi finanziaria globale.

Nei cicli finanziari, la coppia eurodollaro è stata soprannominata fiber, mentre l’altra coppia maggiore, il GBP/USD, viene soprannominata cable. Dal momento che l’euro è molto più giovane, i trader hanno deciso di utilizzare un termine più consono ai tempi, usando il termine “fiber” (fibra ottica) rispetto al vecchio cavo di telecomunicazione sottomarino tra Stati Uniti e Regno Unito (da cui prende il nome “cable”).

Principali enti che influenzano l’EUR/USD

I tassi di interesse sono uno dei fattori principali che influenza l’EURUSD. Pertanto, la Banca centrale europea (BCE) e la Federal Reserve (Fed) americana sono i principali soggetti che i trader dell’EURUSD seguono per avere una visione ampia di natura fondamentale della coppia. La Fed definisce i tassi dei Federal Funds otto volte all’anno, mentre la BCE fissa i tassi su base mensile. I tassi sono importanti, ma i trader sono interessati anche alle dichiarazioni accompagnatorie che forniscono un’indicazione della direzione futura della politica monetaria delle due banche centrali più importanti al mondo.

I dati occupazioni hanno a loro volta un impatto significativo sull’EURUSD. Negli Stati Uniti, il nonfarm payroll (salariati extra agricoli) viene pubblicato dal Bureau of Labor Statistics statunitense il primo venerdì del mese e tende a generare una forte volatilità della coppia.

In Europa, i dati occupazionali consolidati per la regione, oltre a quelli delle principali economie, quali Francia e Germania, tendono ad avere un impatto notevole sul corso dell’EURUSD.

Correlazioni dell’EURUSD

L’EURUSD ha quasi sempre avuto una correlazione negativa quasi perfetta con l’USD/CHF. Questo significa che il “fiber” è quasi sempre cresciuto a fronte di un calo dell’USDCHF. Viceversa,

l’EURUSD ha quasi sempre evidenziato una correlazione positiva con il GBPUSD. Tali correlazioni sono quasi perfette, dal momento che le coppie hanno in comune il dollaro Usa e un patrimonio europeo. Tuttavia, le correlazioni variano e i trader devono sempre fare trading con attenzione, effettuando le dovute analisi di mercato.