Azioni da Comprare 2022

Azioni da Comprare 2022

È l’anno della svolta. La ripresa è nell’aria! Nel 2022 il Toro è uscito dalla stalla e ha una gran voglia di lasciare il segno nella vita di milioni di trader digitali. Vorresti essere uno di loro? AvaTrade ha in serbo per te delle grandiose opportunità. Pronto ad investire in azioni grazie ai CFD (Contratti per Differenza)? Zero commissioni e spread competitivi.

Entra in AvaTrade e inizia ad investire alle migliori condizioni!

Indice:

Comprare o Investire? L’eterno dilemma

Anno dopo anno il Mercato si rinnova e rincorre se stesso. Gli esperti si confrontano e si scontrano con le tesi più disparate. Nei primi mesi del 2022 ha destato scalpore una certa flessione delle azioni Netflix; in quanti lo avrebbero saputo prevedere? C’erano segnali al riguardo? Fare trading online è una cosa, comperare azioni è tutt’altra! Non è solo una questione di convenienza per l’utente ma anche di modalità che consente di guadagnare perfino sul crollo del titolo scelto. Il 2020 è stato l’anno dell’apocalisse. L’inimmaginabile è arrivato ovunque. Il mondo si è tappato in casa spaventato. Aziende fallite e milioni bruciati. Le famiglie, così come i Mercati, sono stati messi all’angolo ma hanno reagito.

La Storia ci insegna che anche nelle peggiori tragedie, come appunto una pandemia globale, ci sono settori capaci di enormi guadagni, come per l’appunto è stato quello farmaceutico, tech e dell’intrattenimento. Chi ci avrà pensato o previsto, ne avrà beneficiato, è indubbio!

Il trading è nato come risposta per tutti quegli utenti desiderosi di lasciare il segno nell’ambito finanziario, ma impossibilitati a farlo per mancanza di tempo e spesso, anche di quel denaro necessario per avere introiti considerevoli (cosa tipica invece del classico Mercato azionistico).

Il trading nasce con delle precise caratteristiche: permettere anche al risparmiatore della porta accanto, se motivato e con la giusta dose di interesse e applicazione, di poter investire sugli asset di tutto il mondo, senza aspettare mesi per ottenere guadagni e impostando a proprio piacimento il tempo e il danaro su cui veder crescere o calare il prezzo del titolo prescelto.

Ma come una pandemia può avere influito anche nel trading? La risposta è semplice: i risparmi sono un po’ venuti meno, e di conseguenza anche la disponibilità economica. Adesso siamo nel 2022 e i segnali di una ripresa sempre più robusta, si leggono ovunque. I vari lockdown sono alle spalle e sebbene dovremo, presumibilmente, abituarci a convivere i richiami sanitari ancora per qualche anno, la vita è ormai ripresa in ogni suo aspetto.

Perché fare trading con i CFD?

Alla scoperta dei CFD, ossia i “Contratti per differenza”, dove si scommette/investe sulle oscillazioni del prezzo di azioni, indici, commodities, forex e altri ancora, senza mai comprare materialmente il titolo. Andiamo dunque a capire come e perché sia più conveniente il trading dell’acquisto effettivo delle azioni:

  • Comprare azioni non è per tutti, non a caso ci sono figure intermediarie che si occupano di tutto ciò per conto degli investitori. Anche fare trading necessita di un minimo di competenza, dunque il primo aspetto fondamentale sarà scegliere prodotti che ci interessino davvero e di cui vogliamo conoscere gli aggiornamenti (Azioni Apple, Azioni Microsoft, etc.), restando così informati e allo stesso tempo studiandolo in modo del tutto naturale. 
  • A seguito della pandemia, sono state attuate nuove politiche fiscali e monetarie a sostegno della popolazione, sebbene non uniformemente in tutto il mondo. Anch’esse dunque possono rivelarsi un elemento cruciale sulle variazioni di asset specifici. Sarà importante tenerle d’occhio, come ad esempio, nel caso di trading incentrato sul settore monetario.
  • Il covid e i suoi sviluppi sono ormai una parte integrante del nostro vivere quotidiano. Le ripercussioni, collegate alle politiche nazionali e internazionali, possono fortemente incidere sul valore di un titolo, tanto nell’immediato quanto nel lungo termine.
  • Inflazione, no grazie! Nessuno conosce con esattezza cosa accadrà nell’immediato futuro. Il 2022 ha visto lo spalancarsi di un nuovo scenario inimmaginabile: la guerra in Ucraina. Anche il meno attento degli utenti è conscio che ci sarà/ci sono giù ripercussioni sul prezzo del gas e del grano. Saranno davvero gli unici a fare le montagne russe? Improbabile! Ma cosa succederà quando avremo davvero bisogno di scaldarci in inverno? Per i trader più attenti, sarà una stagione davvero unica.

Lo avete capito da soli. Stiamo vivendo una fase estremamente variegata e per certi versi, davvero irripetibile! Se da una parte può sembrare complicata, dall’altra è un’autentica manna per chi si occupa di strumenti finanziari poiché avrà solo l’imbarazzo della scelta su cosa e dove guardare. I rischi, come sempre, non mancano, ma chi ha intenzione di attivarsi nel mondo del trading, conosce bene le “regole del gioco”.

AvaTrade offre condizioni vantaggiosissime ai propri utenti registrati, senza alcuna commissione, mettendo inoltre a disposizione tutta una serie di strumenti didattici davvero importanti, puntando a rendere i propri trader degli operatori digitali sempre più qualificati.

È arrivato dunque il momento di scoprire alcuni dei titoli più interessanti su cui impostare strategie di trading in questo 2022.

Alcune azioni da tenere d’occhio nel 2022!

 

BARCLAYS

Colosso bancario di Sua Maestà con filiali in oltre 50 paesi nei vari continenti, è stato per anni lo sponsor principale di quello che viene considerato il campionato di calcio migliore al mondo, ossia la Premier League inglese, tant’è che a suo tempo era proprio chiamato Barclays Premier League. Amatissimo il football d’oltremanica, i trader digitali del Bel paese hanno così iniziato a prendere confidenza con questa realtà. Su AvaTrade è possibile effettuare operazioni di trading da 1 minuto fino a 1 mese. Da tenere sicuramente d’occhio lo scenario geopolitico, alla luce anche di una posizione sempre più critica del Governo Johnson verso il Cremlino. La banca assimila e reagisce. Noi, di conseguenza.

GENERALI

Se l’istinto farebbe pensare che in tempi di vacche magre da pandemia, gli italiani abbiano cercato di risparmiare lì dove fosse possibile, non è ciò che è accaduto sul filone delle assicurazioni di cui Generali è uno dei massimi interpreti. Sponsor di grandi eventi (non ultimo “Alessandro Borghese 4 Ristoranti”), dinnanzi all’incerto si è scelta la sicurezza di Generali, consolidando il titolo. Come per altri asset, le notizie si rincorrono di settimana in settimana, e non è difficile assistere a variazioni, anche significative, sul prezzo. In un’oretta di scambi, il prezzo è passato da 17,9 a 17,8 salendo poi fino a 18,03. Come non approfittarne?

GOOGLE

In Italia è il motore di ricerca numero 1. Non esiste praticamente concorrenza che tenga. Sebbene per analoghe mansioni si utilizzino anche i social network, il colosso di Mountain View, California, spadroneggia la scena. Ormai possiamo quasi dire che è una parte del nostro vivere quotidiano: dalle email alle app, senza contare che è un’azienda in costante fermento e dunque capace di incidere in modo considerevole dall’oggi al domani. Per gli appassionati di trading, sarà difficile rimanere impassibili di fronte al fascino di un’azienda che attirare lavoratori da ogni angolo del pianeta. Sebbene il primo trimestre del 2022 non sia stato da buttare (tutt’altro!), è stato giudicato da Wall Street un po’ sotto le aspettative. Ci sarà da attendere una reazione orgogliosa? E quando avverrà? AvaTrade consente di fare trading su posizioni da una settimana e/o un mese: davvero un’interessante opportunità!

LINKEDIN

Il fratello minore dei social media, è ormai diventato una realtà consolidata e sempre più persone si riversano in questo spazio per cercare e offrire lavoro. Articoli, grafiche, post. Poche polemiche. Linkedin è un’oasi (abbastanza) felice nel mondo social, dove gli utenti fanno bello sfoggio delle proprie abilità. Negli USA si attinge sempre di più da questo bacino per cercare candidati e anche l’Italia si sta allineando a questo trend. A fine 2021, Linkedin poteva contare su 16 milioni di iscritti nostrani (fonte Il Sole 24ore) ma nel suo potenziale c’è ancora molto da sviluppare e costruire. La scelta di abbandonare la Cina poi, ha dimostrato un certo carattere. Valori questi che al momento di decidere se puntare sul rialzo o ribasso, andranno considerati. 

PAYPAL

Il suo storico fondatore Elon Musk (Tesla) è un autentico vulcano in costante ebollizione. Lo scorso aprile ha acquistato Twitter per la cifra di 44 miliardi. Sebbene non sia più il titolare del sistema di pagamenti online, le news correlate sul web (Elon Musk Paypal) danno al momento più di 19 milioni di risultati. Oltre alle novità del prodotto in sé dunque, vedi anche la recente apertura ai pagamenti con le criptovalute e/o il lancio della “Paypal Commerce Platform”, il nome di Musk continuerà a essergli e associato, potendo dare anche notevoli scossoni all’asset. Un’occasione ghiotta da cogliere al “prossimo clic”.

PFIZER

Poche aziende, forse proprio nessuna, sono passate dal quasi anonimato (Viagra a parte) a essere sulla bocca, o meglio nel corpo di tutti. Produttrice del vaccino anticovid più utilizzato e fornito in Occidente, ma non solo, lo conosce chiunque, anche chi si è rifiutato di farselo iniettare. Nel Bel paese hanno già cominciato a somministrare la 4° dose e tutto fa pensare che andremo avanti così ancora qualche anno. Dopo una flessione estiva, ha raggiunto picchi pazzeschi al rialzo (e costanti) nell’autunno 2021 toccando quasi quota 60.00. Per chi volesse aspettare, la prossima tornata di “iniezioni” potrebbe essere l’occasione giusta per fare più e più operazioni di trading.

Prima volta su AvaTrade ma tanta voglia di vedere come funziona? Nulla di più facile. Pochi semplici clic e potrai provare l’ebbrezza di fare trading su una vastissima scelta di asset, senza rischi

Con AvaTrade hai la possibilità di fare trading sui migliori titoli italiani e esteri, in totale trasparenza, eliminando limiti e costi delle piattaforme tradizionali.

Se in un prossimo futuro su AvaTrade sarà anche possibile acquistare azioni, tipologia che consigliamo a persone più esperte, il trading è la soluzione ideale per chi volesse diversificare i propri investimenti nel breve (e brevissimo) medio tempo. C’è di più! Grazie alle cosiddette “leve”, è possibile investire anche grosse cifre, pagando però una somma decisamente inferiore. Una formula questa che non rientra, invece, nel classico mercato azionario. Analizziamo allora le tante e significative differenze.

Sottolineando nuovamente come l’acquisto di azioni di un qualsiasi titolo al momento non rientri tra le opzioni di AvaTrde, vi ricordiamo che a differenza del trading, questa attività prevede:

  • Il pagamento di commissioni aggiuntive
  • Il costo eventuale di “noleggio” della piattaforma
  • L’impossibilità di effettuare il c.d. Short Selling (vendita allo scoperto)
  • L’impossibilità di effettuare operazioni istantanee, dovendo al contrario attendere quantomeno la fine della giornata di contrattazioni
  • L’impossibilità di utilizzare la leva finanziaria (per capirci: se voglio investire 1.000 euro, devo tirare fuori la medesima cifra)

Investire in azioni con i CFD

 Chiariamolo subito. Non sarai titolare di alcunché con i CFD – Contracts for Difference (Contratti per differenza). Per semplificare il concetto, potremmo dirti che sarebbe come se stessi noleggiando un asset per un determinato tempo. Questo è l’incredibile mondo dei CFD. Uno strumento che ha rivoluzionato il mercato finanziario al pari di internet o degli iPhone. Ecco le sue principali caratteristiche:

  • Seguendo l’andamento del Mercato, potrai impostare il tuo investimento tanto sul rialzo del prezzo quanto sul suo ribasso, con segmenti temporali piccoli, medi e grandi.
  • Pagare 1 e vincere/perdere 100? Con i CFD di AvaTrade si può, grazie alle leve finanziarie, moltiplicando le oscillazioni di un’azione. A scanso di equivoci, è uno strumento che può farvi guadagnare molto con poco, e rovescio della medaglia farvi rimettere molto partendo da poco.

La possibilità di compravendite immediate, unite alla leva finanziaria, permette ai CFD di sfruttare anche le variazioni giornaliere. Queste operazioni avvengono all’interno di orizzonti temporali molto più ristretti rispetto ad un investimento azionario classico. 

Come investire con AvaTrade

Se già il trading è una scelta che potrebbe fare davvero la differenza nelle nostre vite, scegliere una piattaforma di 1° classe è un dovere per le nostre ambizioni. Nata nel 2006, AvaTrade è un’azienda consolidata e regolamentata in Europa, Australia, Giappone, Isole Vergini britanniche e Sudafrica. Una piattaforma che è fiera di mettere a disposizione una ricchissima sezione dedicata alla formazione, con tanto di video esplicativi e webinar in lingua italiana.

Una volta registrato i nostri trader potranno contare su:

  • Massima riservatezza e protezione dati personali in base alle normative vigenti
  • Spread competitivi a partire dallo 0,13%
  • Assistenza multilingue 24/h in live chat, telefono, email
  • Piattaforme professionali gratuite: MT4, MT5, WebTrader, AvaTradeGO mobile e tante altre
  • Conti dedicati per trader professionisti con esclusivi vantaggi
  • Funzioni uniche AvaProtect fino a 1.000.000.000$ di copertura delle perdite di trading
  • AvaSocial e piattaforme per tutti i gusti: resta connesso con i trader e segui i migliori con il copy trading, in un ambiente sicuro e regolamentato!

Apri subito il tuo conto Demo gratuito e inizia a fare pratica con la somma virtuale di 100.000€ (centomila euro) senza correre alcun rischio.