Crude oil trading

trading Crude oil / petrolio

Investi sui CFD del Greggio

Lo strumento principale per il trading sul petrolio è senza dubbio il Crude OIL. Conosciuto anche come West Texas Intermediate (o Texas Light Sweet) per le sue caratteristiche di bassa densità (light) e basso contenuto di zolfo (sweet), il crude oil è il contratto di riferimento (benchmark) per il mercato americano e storicamente ha acquistato sempre maggiore rilevanza come riferimento a livello globale.

Speculare sul prezzo del crude oil è semplice e sicuro con AvaTrade!, registrati in 5 minuti!

indice pagina:

Conoscere il Mercato del Petrolio

La storia del Crude OIL inizia nel 1912 con la scoperta del giacimento di Cushing in Oklahoma (Stati Uniti) che ha dominato la produzione americana per tutta la prima metà del secolo e attorno al quale si sono sviluppate infrastrutture per la distribuzione, raccolta e stoccaggio del greggio attive ancora oggi. Con una popolazione di 8000 abitanti, Cushing rimane il punto di riferimento per la raccolta e consegna del greggio fisico e quindi riferimento principale per la determinazione dei prezzi sul NYMEX (New York Merchantile Exchange).

I dati ufficiali del NYMEX descrivono il Crude Oil come il secondo principale contratto petrolifero a livello globale dopo il Brent, con oltre 1.2 milioni di contratti scambiati ogni giorno con importanti correlazioni con l’intero mercato dell’energia a livello globale.

Storicamente i contratti petroliferi principali Crude Oil e Brent Oil si sono comportanti in maniera analoga con divergenze di prezzo molto limitate fino agli anni 90. La maggiore integrazione degli scambi, l’avvento di internet e il conseguente aumento della precisione delle informazioni hanno reso più peculiare il trading sui due contratti principali.
Si notano infatti divergenze di prezzo già a partire dagli anni 2000 poiché gli analisti hanno iniziato a valutare elementi specifici per ogni contratto.

Nel 2007 la chiusura di una raffineria ha portato ad un aumento dell’immagazzinamento di grandi quantità di barili a Cushing con conseguente depressione del prezzo del petrolio Crude rispetto al Brent oil.

Ancora nel 2014 con l’aumento della produzione negli Stati Uniti il prezzo del Crude Oil è rimasto decisamente più basso rispetto al Brent con uno spread che ha toccato anche i 14 dollari per barile.

Vantaggi Crude Oil trading

Fai Crude Oil trading e su un’ampia gamma di prodotti nel settore delle energie sulla piattaforma di trading più avanzata al mondo. Ti aspettano un’alta leva, spread competitivi e materiali formativi, analisi e notizie esclusive.

AvaTrade, uno dei leader mondiali nel trading di Forex trading CFD, offre a chi fa trading online sul Crude Oil moltissimi vantaggi.

  • Fai trading su un’ampia gamma di energie, dal greggio alla benzina
  • Sfrutta la leva fino a per le tue operazioni
  • Piattaforme come la MetaTrader4 a tua disposizione
  • Fai trading anche lontano da casa con le nostre app per iOS e Android
  • Copia trader esperti con il trading automatico di Mirror Trader
  • Esercitati con il nostro pratico conto trading demo e mantieni intatto il tuo capitale
  • Approfitta del servizio clienti multilingue durante gli orari di apertura del mercato
  • Approfitta della speciale sezione dedicata al trading su azioni. Per te un’ampia scelta tra le azioni piu’ blasonate e ricercate, come le azioni Ferrari o le azioni Poste Italiane

Crude Oil future

Il contratto principale negoziabile online è il future negoziabile al CME che rappresenta 1000 barili e ha scadenza mensile. Gli orari di contrattazione vanno dalla domenica alle 17:00 a venerdì alle 16:00 (orario americano) con una pausa di 60 minuti ogni giorno alle 16:00.
AvaTrade propone un contratto per differenza sul petrolio Crude negoziabile insieme agli altri strumenti finanziari, direttamente da una unica piattaforma.

I trader operano sul Crude Oil con AvaTrade per diversi motivi tra cui la copertura al fine di minimizzare movimenti di prezzo avversi su strumenti già presenti nel loro portafoglio e la speculazione al fine di trarre il massimo profitto dalle oscillazioni di prezzo del Crude Oil.
I vantaggi del trading sul petrolio con AvaTrade includono quotazioni affidabili per un mercato molto liquido come quello del WTI, la possibilità di sfruttare l’effetto leva grazie a margini ridotti, la sicurezza e affidabilità di un broker globale.

Rispetto al future scambiato sul CME, AvaTrade permette di fare trading con importi ridotti rispetto al contratto standard da 1000 barili con un minimo negoziabile di 10 barili (microlotto) direttamente dalla piattaforma di trading e la possibilità di utilizzare un effetto leva fino a volte. Prezzo semplificato e trasparente interamente integrato nello spread senza ulteriori commissioni di negoziazione ed esecuzione precisa ed affidabile sulle quotazioni offerte dal mercato principale.

Ulteriore vantaggio rispetto al trading con il future, oltre alla possibilità di negoziare frazioni di contrattio, è l’aggiornamento (rollover) automatico del contratto alla scadenza mensile. AvaTrade provvederà in automatico ad aggiornare il prezzo del petrolio al contratto successivo. Nel caso il prezzo sia diverso dall’ultimo prezzo battuto dalla piattaforma, AvaTrade addebiterà una commissione swap uguale e contraria al profitto o perdita generato dall’aggiornamento del contratto facilitando così il trading di più lungo periodo.

Crude Oil analisi per il 2019

Quali sono le prospettive per il mercato dell’energia e del Crude Oil nel 2019?

Sicuramente la congiuntura economica globale non è delle migliori con molti indicatori di crescita direzionati verso il basso. In presenza di un rallentamento globale la domanda di petrolio potrebbe ridursi spingendo le quotazioni al ribasso. Inoltre un altro aspetto importante che ha un impatto sulle quotazioni del petrolio è l’andamento dei dati sulle scorte che continuano a tenersi molto elevati.

In questo contesto di incertezza sul ciclo economico e di instabilità geopolitica gli analisti delle maggiori banche d’investimento nel mondo sostengono che la cautela sia d’obbligo.
Dopo una fine del 2018 all’insegna del crollo del prezzo del petrolio, le prospettive per il 2019 variano da outlook stabile a negativo a seconda degli analisti e rispetto ai massimi di Ottobre 2018 dove il Crude Oil quotava oltre 76 dollari al barile.

Il prezzo del petrolio Crude Oil a Dicembre 2018 quotava intorno ai 47 dollari al barile in fortissima discesa rispetto ai 70 dollari al barile di media mantenuta per tutta la seconda metà dell’anno. Dopo una partenza in sordina quest’anno le quotazioni si sono riportate poco sopra i 50 dollari al barile con la prospettiva di riposizionarsi poco più in alto nella prima parte del 2019 e procedere nei mesi successivi ad una dinamica di prezzo del petrolio ancorata ad area 60 dollari.

Almeno per il 2019 il prezzo del petrolio WTI non dovrebbe scendere sotto i 40 dollari al barile, situazione già vista a cavallo del 2016 quando, anche per effetto della determinazione dell’OPEC di sostenere i prezzi con tagli o altre azioni per impedire ulteriori discese. L’impegno dell’Organizzazione dei Paesi Produttori ed Esportatori di Petrolio dovrebbe comunque aiutare il prezzo del petrolio Crude Oil a evitare oscillazioni negative e forte volatilità.

A partire dal 2020, invece, la situazione economica globale dovrebbe andare incontro ad una recessione che notoriamente penalizza i prezzi del petrolio per effetto della minore domanda di greggio. Il prezzo del petrolio Crude Oil in questa fase potrebbe virare verso il basso con la speculazione che avrebbe opportunità di trarre profitto da posizioni ribassiste.

prezzo attuale del pretrolio

Inizia a fare Trading su Petrolio ed Energie con AvaTrade oggi stesso!